Twitch, conviene come piattaforma streaming

Twitch, conviene come piattaforma streaming?

Molti lo consigliano perché è il luogo dal quale sono partiti centinaia di giocatori al giorno d’oggi famosi. Ci sono ancora persone che incassano migliaia di euro ogni mese, grazie alle loro partite davanti a qualche videogame, che sia l’ultima novità di Fortnite o qualche varietà che pochi conoscono. Il posto del quale stiamo parlando è naturalmente online e ci stiamo riferendo a Twitch: si tratta d’una piattaforma come Youtube, ma è specializzata piuttosto nello Streaming. Ovvero, trasmettere in tempo reale ciò che stiamo facendo, nel mentre veniamo seguiti da tutti i nostri fan.

Twitch sembra un luogo semplice, nel quale iniziare subito e senza relativi problemi. E da una parte, è anche vero: è possibile creare un account e si può immediatamente iniziare ad effettuare uno Streaming – a patto che si è opportunatamente preparati con le proprie caratteristiche software ed hardware. Difatti dobbiamo considerare che:

  • E’ necessario avere una connessione abbastanza potente, altrimenti la qualità sarà sempre bassa e con estremi ritardi. Si parte da un minimo di 20 mega (con però numerosi ritardi). Più è potente la linea usata, più sincronizzato sarà il nostro streaming. Non basate la vostra connessione sul 4G, per quanto sia potente, i pacchetti dati arrivano molto in ritardo nella maggior parte dei casi.
  • Per supportare la registrazione e il videogioco in questione, bisogna avere un PC potente, o almeno due PC: uno che s’occupa dello streaming e l’altro del gioco. Meno il gioco è complesso, minori sono i requisiti per il PC naturalmente. E’ perfettamente possibile andare in streaming su Twitch con un singolo computer di medie prestazioni, ma tenete conto che giochi che vanno perfettamente mentre non siete in streaming possono invece rallentare.
  • Naturalmente Twitch non può pensare a tutto. Bisogna avere comunque un buon sistema di streaming, per il quale esistono migliaia di guide sulla rete. C’è chi usa XSplit e c’è chi preferisce usare OBS (quest’ultimo poi è completamente gratuito). Bisogna comunque avere una certa conoscenza iniziale per effettuare uno Stream adatto, senza negare che parte di questi programmi possono avere un costo.

Ma nessuno negherà mai che Twitch è la piattaforma più adatta, questo perché è nata per lo Streaming. Hanno già un supporto elevato attraverso Amazon, perciò anche tutti gli utenti che hanno un abbonamento Prime possono effettuare iscrizioni ai vari canali senza pagare nulla in più (e sono perciò guadagni più facili, anche se bassi).

Occhio alle regole di Twitch

Una cosa al quale però bisogna prestare molta attenzione sono le regole. Twitch è molto popolare e non si ha grosse difficoltà per iniziare, ma ha anche delle regole tutte sue. Ad esempio, è assolutamente vietato mostrare contenuti adulti all’interno del proprio streaming, anche se il gioco lo permette (soprattutto per quel che riguarda il nudo). Bisogna anche tener cura della propria salute: questa piattaforma, a meno che di alcune rare eccezioni, non permette di effettuare Streaming che vanno oltre un certo limite di ore. Questo è dovuto al fatto che alcune persone, pensando di fare maratone d’interi giorni senza dormire, è morta durate la sessione di stream.

Del resto, per quelle piccole sessioni (o anche quelle che durano 4-5 ore) basta avere a disposizione un buon computer, una decente linea e qualche piccola infarinatura tecnica per iniziare ad effettuare uno streaming. Nulla toglie che effettuare la scalata da Affiliato e quindi Partner non è uno scopo semplice, ma potete cercare anche di darvi quell’obiettivo: diventare un affiliato vi da non solo qualche iniziale apporto monetario, ma permette anche di mantenere salvate le vostre sessioni di streaming più a lungo. Una piccola noia che hanno in molti con Twitch è questo, in effetti: i filmati non vengono mantenuti a lungo nel server, per il quale bisogna scegliere un’altra piattaforma per archiviare questi video (come Youtube).

Ti è piaciuto il nostro articolo? Lascia un commento qua sotto se hai dubbi o domande. Potrebbe anche interessarti il nostro articolo quali giochi si giocano negli eSports, per conoscere qualcosa di più su questo mondo.

Ecco Dario Bramante

Scrivo su eSports, scommesse e videogiochi da circa 10 anni. La mia passione è nata ai tempi delle prime console e del modo in cui, queste, hanno rapidamente cambiato il mondo. Mi occupo di scrivere articoli riguardanti i nuovi giochi, le migliori periferiche per ottenere una superba esperienza di gioco e tutto quello che mi passa per la testa. Sono anche un appassionato di fumetti e dei vecchi giochi arcade, dei quali ho una grossa collezione.