Trucchi per vincere a Fortnite

Trucchi per vincere a Fortnite

Il gioco che ha fatto impazzire il mondo! Fortnite, un tipico esempio di come si può toccare il cielo con il genere Battle Royale, è ora nelle menti di tutti i giovani gamers che vogliono cercare di raggiungere il meglio del meglio. Come tale, diverse strategie sono state sviluppate per rendere le partite più agguerrite e competitive. Il problema? Noi non le conosciamo e, regolarmente, finiamo per essere massacrati sotto le già intensi abilità di parecchi avversari.

Non esiste forse qualche modo per difendersi da questi selvaggi giocatori esperti? Tutto quello che possiamo fare al momento è darvi qualche strategia ideale. Ecco tutte quelle ideali per iniziare a giocare un po’ più meglio:

L’audio è un fattore molto importante, sia per la difesa che per l’attacco

Molti vedono come certi giocatori si agitano tantissimo e tendono a creare strutture immediate e numerose, ma bisogna anche considerare una cosa. Ci sono giocatori che tendono a rimanere nascosti, un po’ come i faceva ai tempi dei primi Battle Royale (PUBG, qualcuno ci gioca ancora, giusto?).

Questa è una strategia ancora molto valida, essere un lupo solitario che tende varie imboscate improvvise ai vari avversari sul campo di gioco. Tuttavia, c’è chi ha predisposto diverse difese per questo tipo d’attacco. Per prima cosa, i nostri passi e i nostri movimenti possono essere ascoltati.

Stessa cosa riguarda anche per chi vuole attaccarci. Perciò, molti giocano a Fortnite con le cuffie: queste garantiscono infatti che, chiunque va per avvicinarsi in maniera nascosta e rapida, può essere almeno in buona parte udito. Rendete perciò il rumore il vostro punto di forza in entrambi i casi!

Non fatevi mai prendere dal panico, non importa la situazione che è in corso

Molti confondono Fortnite con un tipico sparatutto in terza persona. In realtà la categoria è molto più profonda e si distacca con il sistema del Battle Royale. In questa modalità di gioco è incoraggiato comportarsi sempre con una buona dose di sangue freddo: non correte in giro per campi aperti, dove possono vedervi tutti, non sparate a vuoto.

Ma allo stesso tempo, tenete il vostro dito sul grilletto. Fortnite è senza dubbio un gioco molto intenso, nel quale piani complicati vanno attuati in pochi minuti. Per questo, quando si vede qualcuno giocare, possiamo notare come si muovono fluidi e con molta energia. Bisogna prepararsi immediatamente, sfruttando con efficacia quello che c’è nell’ambiente. Insomma, a farla breve: siate pronti a tutto in qualsiasi momento. E’ assolutamente vietato rilassarsi.

Non gettatevi immediatamente sulle vostre vittime appena colpite, a meno che non siano molto vicini

Avete abbattuto un vostro nemico? Perfetto: questo significa che qualsiasi tesoro ha accumulato nella mappa, è ora a vostra disposizione. Sta il fatto che – come già detto diverse volte – le sparatorie attirano l’attenzione, e più l’ambiente è aperto…più persone correranno a guardare quel che è successo!

Perciò, cercate di reagire in base alla vicinanza del corpo. Se questo è molto vicino, agguantate il vostro premio e scappate via. Se questo è lontano, guardatevi prima attorno: c’è gente in arrivo? Se la zona è particolarmente aperta potete anche cercare di trarre qualcuno in inganno, il quale per cercare di prendere la ricompensa finirà crivellato sotto i vostri colpi!

Tenete sempre sotto controllo il cerchio della morte

Non appena iniziata la partita, il famoso “cerchio della morte” inizia a stringersi attorno a voi. Che ci crediate o no, questa meccanica può aiutarvi parecchio…ma anche condannarvi ad un bel crudele destino. Potete costringere vari giocatori a giocare vicino al confine mortale, ma allo stesso modo dovete anche controllare se non siete voi quelli che stanno rischiando troppo.

Anche perché chi cade vittima di questo confine, non lascia una buona possibilità di poter raccogliere il suo equipaggiamento. Così come ogni meccanica del gioco, analizzate la situazione sul momento e create la vostra strategia che ritenete più adatta. Siate aggressivi, furbi, ma non tanto da essere imprudenti.

Scopri anche YouTube conviene come piattaforma streaming.

Scrivo su eSports, scommesse e videogiochi da circa 10 anni. La mia passione è nata ai tempi delle prime console e del modo in cui, queste, hanno rapidamente cambiato il mondo. Mi occupo di scrivere articoli riguardanti i nuovi giochi, le migliori periferiche per ottenere una superba esperienza di gioco e tutto quello che mi passa per la testa. Sono anche un appassionato di fumetti e dei vecchi giochi arcade, dei quali ho una grossa collezione.