Scommettere sugli eSports, un nuovo trend

Scommettere sugli eSports, un nuovo trend

Anche se si fa ancora fatica ad ammetterlo, gli eSports sono – effettivamente – una disciplina sportiva. Ogni Pro Gamer (o eAthlete, atleta elettronico) deve prepararsi a dovere non solo nella categoria precisa, ma anche a seconda del gioco scelto. Deve nutrirsi per bene, fare moto, rimanere sempre sveglio ed in salute per affrontare la prossima partita nelle migliori condizioni possibili. Tutto questo permette di far circolare non poco denaro, a volte facendo girare decine e decine di milioni d’euro in un singolo torneo.

Tutti questi soldi non provengono solo dagli sponsor e dagli acquisti effettuati dal pubblico, in parte si parla anche di scommesse. Esatto: nell’ambiente degli eSports, gira anche un giro di bettings basati su parecchi risultati. Questo può riguardare la squadra vincitrice, ma anche i risultati più probabili che girano attorno alle partite. Quanti punti farà X? Magari finisce che vince Y. E così via.

Il campo degli eSports è ancora particolarmente verde, ma ciò non nega che lascia tanto campo libero per sperimentare diversi sistemi di scommesse. Per certi versi non è ancora guardato benissimo, ma bisogna considerare che siti e servizi come Bet365 e Betway hanno inserito metodi ideali per scommettere sulle competizioni da eSports. Niente contatti con persone strane dentro una chat estranea, un vero e proprio servizio per scommettere sulla vittoria o la perdita d’una particolare squadra che gira tutto attorno ad un videogame.

 

Un decollo iniziato negli ultimi anni

Nonostante gli eSports stanno iniziando solo negli ultimi anni a crescere sempre più di fama, è dal 2014 che la possibilità di scommettere sulle partite è diventata una faccenda ufficiale. Ma ciò non elimina la presenza di alcuni pericoli derivanti invece da siti che spuntano piuttosto ovunque.

Il punto è che, proprio per la sua natura ancora molto aperta, molti siti online stanno spuntando sulla rete con la possibilità di poter scommettere sulle partite di eSports. Non hanno una licenza appropriata per farlo, perciò utilizzano oggetti virtuali di scambio. Possiamo sia investire i nostri (per maggior parte skin di PUBG o CS:GO) che anche pagare il sito per “comprare” questi oggetti ed usarli come effettivi Chips. Sì, generalmente all’interno di questi siti è anche possibile giocare d’azzardo, e più spesso che volentieri si tratta di comunicazioni non criptate. Vi è quindi una forte possibilità che dall’altra parte vi sia qualcuno che decida deliberatamente quali sono i prossimi numeri in uscita.

In questo far west è chiaro che i sistemi di gioco e scommessa vanno ancora analizzati per bene. Nulla rimuove il fatto che in passato alcune squadre hanno orchestrato dei sistemi per dirigere i risultati delle partite, così da far vincere scommesse a chi selezionavano, e nulla farà dimenticare a nessuno la presenza di giocatori che sono stati rimossi per via del loro comportamento. Questo crea un mercato piuttosto instabile, ma è ancora in pieno sviluppo: tutto quello che bisogna fare in genere è fare attenzione ai siti fasulli che dirigono le proprie scommesse in modo autonomo. Affidatevi sempre ad un sito affidabile.

Fatto sta: vi saranno mai siti che sono veramente dedicati agli eSports, dirigendo scommesse come principale attività, e sono ufficiali? Certo, ed è solo questione di tempo.  Unikrn ha una sezione molto sviluppata per quel che riguarda le scommesse sugli eSports, ma è di nuovo ancora una parte del servizio: non si tratta d’una vera dedicazione al campo, solo una delle tante attività nel quale scommettere. Alla fin fine offre comunque diversi giochi nel quale controllare e fare le proprie scommesse.

 

Conclusione sulle scommesse eSports

Concludendo quest’argomento, si può dire che gli eSports stanno diventando uno spazio pieno di argomenti particolari. Atleti veri, soldi veri, e soprattutto scommesse reali: ecco tutto quello che riguarda al momento gli eSports, e cosa sarà sempre di più nel futuro.

Scopri anche cos’è League of Legends (LOL).

Ecco Juan Pablo Sánchez

Scrivo su eSports, scommesse e videogiochi da circa 10 anni. La mia passione è nata ai tempi delle prime console e del modo in cui, queste, hanno rapidamente cambiato il mondo. Mi occupo di scrivere articoli riguardanti i nuovi giochi, le migliori periferiche per ottenere una superba esperienza di gioco e tutto quello che mi passa per la testa. Sono anche un appassionato di fumetti e dei vecchi giochi arcade, dei quali ho una grossa collezione.

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per assicurarci di offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito web.