Miglior Televisore da 32 Pollici

Miglior Televisore da 32 Pollici

C’è chi dirà che il televisore da 32 pollici è veramente troppo poco per la nostra vita quotidiana.

Alcuni diranno che, alla fin fine, 55 pollici è proprio il minimo per godersi per bene ogni tipo di filmato. Ma ne siamo proprio sicuri?

Per questo può essere adeguato magari risparmiare qualcosina che abbiamo in tasca e prendere una televisione che presenta qualità ancora molto interessanti.

E non si tratta di prodotti vecchi: al giorno d’oggi vengono ancora prodotti TV da 32 pollici che hanno letteralmente di tutto, anche se naturalmente bisogna accettare sempre qualche limitazione che riguarda la risoluzione e perciò il livello generale del dettaglio.

Se volete saperne di più, ecco i migliori televisori disponibili sul mercato:

Sconti del Giorno

359,90€
489,09
disponibile
5 nuovo da 359,90€
blank Amazon.it
188,99€
199,00
disponibile
9 nuovo da 188,99€
16 usato da 141,74€
blank Amazon.it
Spedizione gratuita
279,00€
299,00
disponibile
23 nuovo da 254,67€
blank Amazon.it
Spedizione gratuita
199,99€
disponibile
2 nuovo da 199,99€
blank Amazon.it
299,00€
disponibile
1 nuovo da 299,00€
blank Amazon.it
219,99€
disponibile
1 nuovo da 219,99€
blank Amazon.it
Spedizione gratuita
255,52€
disponibile
12 nuovo da 255,42€
2 usato da 209,00€
blank Amazon.it
164,00€
disponibile
1 nuovo da 185,00€
1 usato da 164,00€
blank Amazon.it
179,99€
disponibile
1 nuovo da 179,99€
blank Amazon.it
Spedizione gratuita
189,00€
199,00
disponibile
2 nuovo da 189,00€
blank Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 19 Giugno 2021 09:45

LG 32LM6300

Cominciamo con un televisore da 32 pollici da un costo estremamente contenuto. Il modello 32LM6300 della LG ha infatti un prezzo che è ben al di sotto dei 300 euro (per la precisione, costa 270 euro).

Per un televisore da 32 pollici di questo marchio, non dobbiamo solo guardare l’aspetto estetico: la sua risoluzione arriva solo fino al Full HD, il che è più che accettabile visto il valore, ma va detto che include una serie di funzioni (come l’assistente digitale interno) che da qualche spicco d’utilità in più a questo modello.

Il software all’interno è piuttosto semplice, si tratta comunque d’una televisione Smart che segue alcuni degli aspetti più tipici ma non ha comunque modi molto avanzati per migliorare il segnale video in tempo reale.

In generale perciò, la TV LG  32LM6300 è un modello di televisione solida, che non porta spicchi particolari. Diciamo il “minimo accettabile” per gli standard d’oggi.

Philips 32PFS5603/12

Passiamo ora ad un altro marchio ben conosciuto: la Philips. Con questo televisore da 32 pollici, modello 32PFS5603/12, si può dire immediatamente che si è presa tutta un’altra direzione rispetto ad alcuni marchi della concorrenza.

Iniziando già dal sistema operativo Android (seppur non proprio una versione adeguata) si nota una certa ricerca per la flessibilità, il che fa sempre comodo in un piccolo design compatto a bordi semi-sottili di questa televisione.

Ha anche qualche funzione fatta apposita per migliorare i colori presenti sullo schermo, il che di fronte alla risoluzione Full HD che a sua volta è basato sulla vecchia (ma solida) tecnologia al LED, dimostra essere un ottimo prodotto dai dettagli brillanti (dove si può, naturalmente).

Munito d’un processore Dual Core, è un po’ deboluccio per affrontare tantissime App avviate nello stesso momento al suo interno, rallentandosi e provocando anche problemi durante la visione.

Apprezzatissimo l’inserimento della luce ambientale, per quando si vuole guardare la televisione anche all’ombra.

Alla fin fine il prezzo di 300 euro s’accomoda discretamente, composizione interna lenta a parte.

Samsung The Frame

Poteva essere più particolare? La Samsung ha ben pensato di offrire una televisione con un aspetto molto particolare: essere un quadro.

Proprio così: The Frame imita alla perfezione un quadro, con un bordo molto spesso che ricorda la cornice d’una piccola opera d’arte.

Al di sopra di questo livello molto caratteristico, troviamo comunque un televisore da 32 pollici con uno schermo in risoluzione 4K al QLED d’ultima generazione, un aspetto che mette in evidenza non poco la qualità video di questo particolare modello.

Anche se va detto che forse l’aspetto di “quadro” è stato un po’ troppo preso sul serio. In certe occasioni infatti, la luminosità del Display è fin troppo bassa.. qualcosa che in un QLED è quasi imbarazzante da dire!

Del resto, è un televisore da 32 pollici solidissimo. I grossi bordi e la composizione generale rendono The Frame molto robusto, anche a lungo termine d’uso.

E poi i bordi sono, in fondo, anche personalizzabili. Per 515 euro sembra essere una televisione un po’ costosetta, ma per queste particolarità ne vale la pena.

Samsung UE32N5370AUXZT

Torniamo ora a parlare di nuovo della Samsung, con un televisore 32 pollici che non cerca di bucare il cielo con qualche strano aspetto estetico.

La serie UE32 in fondo è sempre stata conosciuta per essere quella serie più semplice, ma che monta comunque l’accettabile per tutti i pareri del campo.

Qui vediamo una TV al LED con una risoluzione massima Full HD, perciò torniamo ad essere nei minimi standard di questa generazione.

Ma per quel che riguarda le funzioni, invece, si parla di aspetti molto ricchi: nel mentre nei prodotti più grandi il Tizen viene visto come limitante, in una TV di queste dimensioni è attualmente molto il benvenuto.

Specialmente se messo insieme ad un processore piuttosto potente, che ne aumenta parecchio le potenzialità.

Il software interno del UE32N5370AUXZT cerca in tanti modi di rendere accattivante la visione, e in buona parte ci riesce, a parte qualche parte che non risulta essere sufficientemente luminosa.

Ma in fondo, per 349 euro c’è ben poco da pretendere!

Sony Bravia KDL32WD753BAEP

Finiamo quindi con un televisore da 32 pollici che inserisce qualche nuovo elemento alla mischia.

La serie Bravia della Sony è sempre stata conosciuta per avere modelli con qualche spicco extra in ciò che offrono.

Per quel che riguarda il modello KDL32, va detto immediatamente che lo schermo è in tecnologia LCD.. qualcosa che al giorno d’oggi è sfruttata pochissimo, almeno per quel che riguarda le televisioni.

Ciò significa che questa TV ha accesso al pannello IPS, preferito per la sua ricchezza di colori, qualcosa che al giorno d’oggi gli schermi al LED faticano ancora ad ottenere per quello che riguarda almeno le profondità del nero e il bianco. Perciò, sì, l’esperienza visiva è accattivante e ben inserita.

Non vi sono angoli deboli, e l’immagine in Full HD viene distribuita equamente su tutto lo schermo.

Altra faccenda inusuale: si tratta d’un televisore da 32 pollici che monta al suo interno Linux come sistema operativo.

Questo rende il prodotto flessibile come pochi, ma bisogna anche considerare che bisogna saperlo usare.

Non molti programmi sono compatibili con la versione di Linux montata nel KDL32, perciò bisognerà considerare bene se ne vale la pena spendere i suoi 414 euro di prezzo.

Un bel po’ di più rispetto alla media di tante altre televisioni, ma in fondo ha anche qualche aspetto unico tutto per sé.

Migliori televisori da 32 pollici

Domande e risposte

Quali sono i migliori televisori da 32 pollici?

Tra i migliori televisori da 32 pollici abbiamo LG 32LM6300, Philips 32PFS5603/12, Samsung UE32N5370AUXZT e Samsung The Frame. Tutti ottimi modelli.

Un televisore da 32 pollici è troppo piccolo?

Tutto dipende da dove lo metti e la distanza che ti trovi dal televisore. Questo è, principalmente, il fattore fondamentale per la scelta dello schermo.

Quanto costa un televisore da 32 pollici?

Questi televisori, al giorno d’oggi, hanno un prezzo che varia dai 140 ai 250 euro. Un prezzo piuttosto conveniente per un televisore.

Mi chiamo Marco Fontana e mi occupo della redazione dei contenuti su Whatesport. Ho una grandissima passione per il mondo dei videogiochi e della tecnologia in generale. Avendo una certa età sono propenso al gioco nella categoria arcade, profondamente ancorata alle mie radici. Per questo passo le giornate con il mio bel cabinet, sfogliando titoli di gioco della metà degli anni 90.