I giochi esport più famosi e utilizzati dai professionisti

I giochi esport più famosi e utilizzati dai professionisti

Sono stati creati molti videogames da quando il fenomeno dei giochi elettronici è diventato virale, prima all’estero e poi anche qua da noi in Italia dove però siamo ancora indietro rispetto ad altri paesi, facendo registrare numeri da capogiro che superano addirittura quelli del cinema e dei programmi televisivi. Ma quali sono i giochi esport più famosi e utilizzati dai giocatori professionisti?

I professionisti usano i seguenti giochi esport

PlayerUnknown Battlegrounds

PlayerUnknown Battlegrounds, conosciuto più semplicemente con l’abbreviazione PUBG, è un gioco rilasciato il 23 marzo 2017 sviluppato da Bluehole basato ovviamente sul multiplayer di genere survival, in cui l’obbiettivo del giocatore è quello di rimanere in vita per ultimo.

A pochi mesi dalla data di pubblicazione, diventa uno dei giochi principali sulla piattaforma Steam ed a fine anno stabilisce il record di giocatori connessi insieme oltrepassando la soglia dei 3 milioni.

Nel 2018, gli esperti di PUBG hanno potuto partecipare a tornei mondiali per un montepremi totale di oltre 5 milioni di euro che lo hanno reso il quinto gioco esport più redditizio.

League of Legends

League of Legends, conosciuto anche come LOL, è un gioco creato da Riot Games rilasciato il 27 ottobre 2009. Seppur sia un gioco di quasi 10 anni fa, i suoni numeri fanno paura. Nel giro di pochi anni, i giocatori mensili ammontano a ben 67 milioni.

L’obbiettivo del giocatore, o del team in questo caso visto che si gioca in squadra, è molto semplice. Bisogna distruggere il cosiddetto Nexus dell’avversario facendosi strada tra i vari ostacoli. La partita viene vinta dal team che riesce a distruggere prima il Nexus o se la squadra avversaria si arrende.

Nel 2018, i migliori giocatori di League of Legends hanno partecipato a tornei mondiali per un montepremi totale di quasi 7 milioni di euro che lo hanno reso il quarto gioco esport più redditizio.

Fortnite

Fortnite è un gioco creato da Epic Games rilasciato a fine luglio 2017 sulle principali piattaforme di gioco, è stato addirittura sviluppato anche per dispositivi mobile come Android e iOS.

Il gioco si basa su 2 modalità:

  • Salva il mondo: una forte tempesta distrugge quasi l’intera popolazione e l’arrivo di forme aliene complicano ancor di più la situazione. L’obbiettivo dei giocatori è quello di cercare di salvare i pochi sopravvissuti costruendo edifici e armi per combattere queste creature.
  • Battaglia reale: questa modalità è molto simile a quella di Battlegrounds. Bisogna affrontare altri giocatori reali cercando di rimanere vivi fino alla fine facendo attenzione alla restrizione della mappa di gioco.

I tornei mondiali di Fortnite hanno fatto incassare ai migliori giocatori un totale di 9 milioni di dollari facendolo risultare il terzo gioco esport più famoso e redditizio del 2018.

Counter Strike: Global Offensive

Counter Strike: Global Offensive è un gioco creato da Valve rilasciato il 21 agosto 2012. Si tratta di uno sparatutto in prima persona, multiplayer ovviamente, in cui l’obbiettivo dei giocatori è quello di vincere 16 round facendo esplodere la bomba o salvare le persone a seconda di come si viene scelti dal server.

Se siete veramente bravi in questo gioco, allora vi farà piacere scoprire che nel 2018 sono stati messi in palio ben 15 milioni di dollari attraverso i vari tornei mondiali.

Dota 2

Dota 2 è un gioco anch’esso creato da Valve e rilasciato il 9 luglio 2013.

Cosi come avviene per la maggior parte dei giochi esport, l’obbiettivo principale è quello di sconfiggere la squadra avversaria, in questo caso si parla di distruggere una fortezza. Ovviamente la coordinazione con i compagni è fondamentale.

In ambito redditizio, con i suoi 38 milioni di dollari distribuiti nei tornei più importanti, Dota 2 è risultato essere il gioco esport più appetibile per chi è alla ricerca del successo monetario.

Come competere nei giochi esport

Per competere ad alti livelli, oltre ad aver il talento di natura, bisogna munirsi di materiale adatto allo scopo. Dai un’occhiata alla sezione tastiere e mouse da gaming oppure alla sezione cuffie da gaming. Troverai i migliori prodotti per esport selezionati da una attenta valutazione e sempre aggiornati.

Scrivo su eSports, scommesse e videogiochi da circa 10 anni. La mia passione è nata ai tempi delle prime console e del modo in cui, queste, hanno rapidamente cambiato il mondo. Mi occupo di scrivere articoli riguardanti i nuovi giochi, le migliori periferiche per ottenere una superba esperienza di gioco e tutto quello che mi passa per la testa. Sono anche un appassionato di fumetti e dei vecchi giochi arcade, dei quali ho una grossa collezione.