Home / News / La generazione Millennial, ecco quanto spendono per i videogiochi
generazione Millennial

La generazione Millennial, ecco quanto spendono per i videogiochi

La generazione Millennial, ovvero coloro che sono nati a partire dagli anni ottanta/novanta in poi (più esattamente tra la fascia del 1981 e il 1996), possiedono caratteristiche abbastanza diverse rispetto alla generazione precedente.

Ovviamente non parliamo di alieni sotto forma di essere umani venuti dallo spazio, ma di semplici persone come chiunque altro, con la sola differenza che si manifesta in ambito videoludico.

Da una ricerca fatta dalla SuperData, infatti, si scopre che la generazione Millennial spende di più in contenuti legati al mondo dei videogiochi rispetto al passato.

Se prima infatti un giocatore spendeva mediamente circa 50 euro mensili, con la Millennial un giocatore arriva a spendere mediamente quasi 100 euro ogni mesi. Da sottolineare però che la ricerca si riferisce prendendo in considerazione sola la popolazione del Nord America.

Ecco le parole di Joost van Dreunen, co-fondatore della SuperData:

La generazione dei Millennial non lascerà presto il gaming, anzi, sono destinati a diventare la prima generazione che continuerà a giocare per tutta la vita.

I marchi e le compagnie che puntano a raggiungere il pubblico dei Millennial devono prendere in considerazione di aggiungere contenuti riguardanti il gaming ai loro piani mediatici, in modo da avere visibilità in un ambiente che attualmente sembra non avere freni.

Le ricerche di SuperData ci dicono anche che la piattaforma di gioco più utilizzata da questa generazione è lo smartphone, a seguire console e PC.

Come al solito vi invitiamo, qualora non l’aveste già fatto, di andare a visitare le sezioni di guida all’acquisto del nostro sito. Clicca qui se vuoi scoprire le migliori tastiere da gaming. Clicca qui invece se vuoi scoprire i migliori mouse da gaming.

Check Also

MotoGP eSport

La MotoGP eSport arriva alla sua terza edizione

Il campionato MotoGP eSport arriva alla sua terza edizione portando alcuni cambiamenti con esso. Ovviamente si andrà …

Lascia un commento