Come scegliere un mouse per Gaming

Come scegliere un mouse per Gaming

Anche se alcuni pensano che un mouse è uguale per tutti, ci sono attualmente molte differenze – sottili e non – che possono definire praticamente tutto quello che riguarda l’acquisto d’un nuovo mouse per il Gaming. Non si parla certo solo di prezzo, o dell’estetica: si parla di fattori come sensori, il tipo stesso del Mouse e le eventuali funzioni di Macro che possono esserci sempre utili. Vediamo perciò di definire insieme questi fattori e come possono aiutarci a trovare un nuovo compagno per le nostre partite online ed offline.

I fattori tecnici più importanti: sensore, DPI e tipi di Mouse Gaming

Cominciamo con il discorso dei sensori che sono montati in molti mouse al giorno d’oggi. Quelli più economici portano ancora un sensore Ottico, il quale è rappresentato dalla tipica luce rossa (o un colore simile) che viene accesa ogni volta che muoviamo il nostro mouse. Questo sensore è connesso ad una microcamera che scatta migliaia d’immagini al secondo e le compara per associare il movimento del cursore.

Esistono poi i mouse Laser, il quale compongono la maggior parte dei mouse per Gaming: questi sensori utilizzano invece un raggio vero e proprio, che può capire la differenza anche minima sulla superficie usata. Questo permette anche una maggiore scelta di Pad da utilizzare, che sia in stoffa o altro materiale, ma non bisogna dimenticare di mantenerli sempre ben puliti per evitare che il mouse Laser interpreti erroneamente i nostri movimenti, vista la sua sensibilità.

La quantità di DPI – in parole molto povere – può regolare la precisione del nostro mouse per ogni minima parte attraversata dal nostro schermo. Più la quantità è elevata, maggiore è al velocità con il quale possiamo far reagire il nostro puntatore senza il bisogno di strumenti Software per accelerarlo: ciò significa anche che la possibilità di commettere un errore è più basso. Alcuni mouse con una quantità estremamente elevata di DPI (30.000 in poi) permettono anche di controllarne la potenza, così da poter muovere il cursore molto lentamente o velocemente a seconda delle necessità.

Diversi tipi di giochi, diversi tipi di mouse

Non dobbiamo nemmeno dimenticare che esistono diversi tipi di Mouse, ognuno studiato appositamente per un particolare campo del videogaming.

Quello più semplice è chiamato Shooter, o anche FPS. Sono mouse che sono principalmente studiati per gli Sparatutto e tendono ad avere pochi tasti: insomma, l’essenziale. Alcuni possono avere qualche tasto aggiuntivo in posizione strategica per reagire il più velocemente possibile, così come anche il famoso selettore dei DPI (per quando bisogna mirare di precisione) ma il contesto è sempre puntato sulla semplicità.

Poi possiamo trovare i mouse MMO – Massively Multiplayer Online – che sono invece dedicati a quei giochi di ruolo con migliaia di attività e funzioni. Si può dire che sono l’altra estremità di questo settore, visto che spesso questi prodotti possono avere anche fino a 13 tasti (hanno un tastierino numerico al fianco). Questo rende anche la possibilità molto conveniente d’installare un macro: ovvero un comando che avvia una serie di mosse che possiamo fare nel gioco. Con la giusta flessibilità, possiamo usare un mouse simile anche in altri videogiochi sfruttandone la loro abilità di eseguire comandi complessi rapidamente.

Alcuni Mouse infine combinano diversi fattori come un design per l’ambidestri con dei pronunciati tasti da Shooter, ma anche una piccola tastierina laterale come gli MMO. Poiché, in genere, vogliamo anche cercare un mouse che riporta un design comodo per la nostra mano. Non tutti i mouse vengono prodotti con la stessa forma.

Conclusione: ciò che ne volete fare, determina il tipo di mouse

Il mouse perfetto non esiste, ma esiste piuttosto quello che è perfetto per le vostre esigenze. Che questo mouse sia Wireless o con filo, che costi 30 o 70 euro, dovete sempre ricordarvi che alcuni sono specializzati per degli scopi che possono rientrare nei vostri gusti… ma anche no. Perciò, controllate sempre per bene di che tipo di mouse parla il punto vendita, e se vi sentite in grado di usarlo al pieno delle sue possibilità.

Scrivo su eSports, scommesse e videogiochi da circa 10 anni. La mia passione è nata ai tempi delle prime console e del modo in cui, queste, hanno rapidamente cambiato il mondo. Mi occupo di scrivere articoli riguardanti i nuovi giochi, le migliori periferiche per ottenere una superba esperienza di gioco e tutto quello che mi passa per la testa. Sono anche un appassionato di fumetti e dei vecchi giochi arcade, dei quali ho una grossa collezione.