Come scegliere un joystick per gaming

Come scegliere un joystick per gaming

Molti hanno una definizione diversa per lo stesso oggetto. Joystick. Joypad. Controller. Ovviamente il modo più corretto per chiamare quest’accessorio è Joypad, visto che il modo in cui si parlava del Joystick era – appunto – la presenza d’un grande stick (un bastone tutto tecnologico!) da usare per comandare il personaggio.

Quel che ha cambiato il mondo sul serio però è stato il Joypad: ha permesso di poter accedere ad una grande quantità di tasti e, con il tempo, ha aggiunto anche la presenza delle levette analogiche – appunto l’ultima eredità degli Joystick. Al giorno d’oggi, un controller può avere fino a 11 tasti che permettono una combinazione di comandi rapidissima, aumentando così le possibilità offerte da un qualsiasi videogame visualizzato.

Introdotto tutto ciò, ci viene in mente una singolare domanda: ma quale di questi è il migliore per noi?

Ergonomia, compatibilità e funzioni. Il controller davvero perfetto per noi!

Per scegliere il nostro Joystick ideale, dobbiamo prendere in considerazione alcuni fattori chiave:

  • Comodità d’uso. Non tutte le mani sono uguali. Alcuni Joypad tendono ad essere troppo piccoli, altri scomodi e grossi. Perciò bisogna fare i conti con l’ergonomia d’un controller. Teniamo conto però che quelli più famosi (come quello per Xbox One o Playstation 4) sono studiati per accomodarsi bene su tutte le mani. Man mano che ci allontaniamo dal settore delle console famose, possiamo trovare dei prodotti interessanti, a questi possono avere qualche misura di troppo: troppo piccolo o troppo grande! Perciò controllate tutto ciò con attenzione.
  • Compatibilità. A meno che non avete in mente di usare il controller con qualche precisa console, è chiaro che volete vederlo funzionare bene con il vostro PC. Alcuni Joystick tendono ad essere immediatamente riconosciuti da Windows, mentre altri hanno bisogno d’installazioni complicate. Informatevi perciò su quelli che richiedono più attenzioni, cercando di capire il modo in cui si connettono e se hanno bisogno di programmi a parte.
  • Metodo di connessione. Filo USB, adattatore o comunicazione Bluetooth? Alcuni Controller usano una semplice connessione a filo per funzionare, nel mentre alcuni hanno bisogno d’un adattatore particolare per funzionare. Altri invece, hanno semplicemente bisogno della comunicazione Bluetooth.
  • Funzioni speciali. Macro, più modalità d’uso o adattatori speciali per vecchie console. Alcuni Joypad tendono a raggiungere un campo speciale proprio, e sono presenti anche versioni personalizzate da altri marchi.

Rispettando queste informazioni, quale Joystick è il migliore per noi? Per combinazione di questi tre fattori, si può spesso dire che il controller Xbox One (magari evitando il modello Elite per complicazioni dovute ad una maggiore presenza di tasti) è quello più indicato. Non solo è supportato da Windows stesso, ma tantissimi giochi hanno una compatibilità integrata al loro interno per questo Joypad.

Ma non limitatevi mai ad un singolo Joystick!

Anche se in genere il controller per Xbox One è molto facile da usare e compatibile, non bisogna comunque limitarsi a pensare che sia l’unico. Anche il Joypad per PS4 è una validissima alternativa, anche se bisogna usare un programma a parte per il nostro PC.

Così come il controller Switch Pro può essere una buona via di mezzo. Usando anche un controller dedicato normalmente ad una console, si può anche un giorno pensare proprio a comprare il prodotto vero e proprio!

Scrivo su eSports, scommesse e videogiochi da circa 10 anni. La mia passione è nata ai tempi delle prime console e del modo in cui, queste, hanno rapidamente cambiato il mondo. Mi occupo di scrivere articoli riguardanti i nuovi giochi, le migliori periferiche per ottenere una superba esperienza di gioco e tutto quello che mi passa per la testa. Sono anche un appassionato di fumetti e dei vecchi giochi arcade, dei quali ho una grossa collezione.