Come masterizzare giochi Xbox 360

Come masterizzare giochi Xbox 360
Anche se sono passati tanti anni, l’Xbox 360 è una console che ha ancora parecchi giochi che meritano certamente un’occhiata, non solo per la loro importanza “storica” ma anche per la presenza d’alcuni titoli che non sono stati convertiti o che non sono ancora completamente compatibili con la Xbox One. I casi sono molteplici, ma il discorso resta: trovare questi giochi nel loro disco originale non è facile. Perciò, si può andare di pirateria. Ed è qui che vi avvisiamo: la pirateria è illegale, non importa l’età del gioco. In questa guida vi daremo qualche dritta su come masterizzare giochi per Xbox 360, ma non ci riteniamo responsabili per le vostre azioni!  

Informarsi sul tipo di gioco e preparare l’equipaggiamento: il minimo necessario

La prima cosa  da fare è giudicare il livello di protezione che ha a disposizione il gioco. Questo è spesso definito dal tipo di XGD. Ve ne sono tre, il quale l’ultimo è la versione più aggiornata su quest’ambito – nonché anche quella più complicata da sproteggere. Più è nuovo il gioco insomma, più è alto il suo XGD. Qualsiasi sia la versione comunque, dovete essere pronti a masterizzare il tutto su un disco DVD+R DL (8.5Gb su un singolo lato, non 4.7 su due). Questa è la dimensione media utilizzata da un gioco per Xbox 360. Ovviamente, la vostra Xbox dovrà avere una modifica adeguata per funzionare. Il lettore può essere modificato, ma in generale è bene utilizzare un chip che può effettuare la modifica per intero (JTAG o RGH). Cominciamo quindi con il discorso delle ISO con Stealth. Questo tipo di ISO è personalizzata per evitare che il controllo automatico del sistema faccia scattare qualche protezione anti-pirateria. Molte ISO hanno già lo Stealth applicato, ma potete nel caso applicare il tutto anche con ABGX360 (http://www.abgx360.cc/download.php). Questo programma può infatti adattare le ISO che scaricate per fare in modo che funzionino tranquillamente sulla vostra Xbox. Qualche opzione che vi consigliamo di abilitare:
  • Check Video Padding
  • Check for AnyDVD corruption
  • AutoFix su Livello 3
  • Region settato su PAL
Inserite l’ISO nel programma, aprite AutoFix e lanciatelo. L’ISO verrà corretta per quel che riguarda la vostra console. Ovviamente, assicuratevi di masterizzare tutto su dei DVD con un certo livello di qualità. Anche il vostro masterizzatore deve fare la sua parte: se dovete masterizzare giochi basati su XGD3, è bene che sia almeno un LiteON (Rev B) o un prodotto con chipset MFT. Se non riuscite a trovare un LiteON, potete comunque usare una pratica conosciuta come BurnerMAX Payload. Il programma che vi consigliamo per masterizzare un qualsiasi contenuto XGD è IMGBurn (http://www.imgburn.com/), il quale fra le sua opzioni ha già inserito la funzione BurnerMAX Payload (troverete il tutto sotto Drive). Se il gioco non è basato su XGD3, potete anche masterizzare il tutto senza cercare prodotti d’ultima generazione o che supportano il BurnerMAX.  

La Microsoft non ha ancora messo a dormire i suoi cani da guardia

Anche se state allegramente utilizzando delle copie pirata, fatelo con un account del quale non avete cura. Se la Microsoft trova il vostro account ad utilizzare dei dischi non autorizzati, connessi al servizio Live, questa non ci penserà nemmeno due volte a bannare i vostro account. Questo significa che anche altri prodotti come l’Xbox One smetteranno di funzionare, poiché l’account non può essere connesso al servizio Live. Procedete perciò con cautela: una volta che avete masterizzato il gioco, evitate di giocarci online o farlo attraverso una console Xbox 360 connessa alla rete. Al limite potete sempre usare un account doppione, ma c’è sempre il rischio che lo stesso indirizzo IP faccia scattare un eliminazione di entrambi gli account.

Scrivo su eSports, scommesse e videogiochi da circa 10 anni. La mia passione è nata ai tempi delle prime console e del modo in cui, queste, hanno rapidamente cambiato il mondo. Mi occupo di scrivere articoli riguardanti i nuovi giochi, le migliori periferiche per ottenere una superba esperienza di gioco e tutto quello che mi passa per la testa. Sono anche un appassionato di fumetti e dei vecchi giochi arcade, dei quali ho una grossa collezione.