Come collegare la Nintendo Switch al PC

Come collegare la Nintendo Switch al PC

Console e PC sono spesso due mondi differenti. E’ possibile giocare a qualche titolo presente sul Computer, ma non lo si può trasportare naturalmente in una console. Uguale è anche il discorso del Nintendo Switch: nonostante la sua natura ibrida, ci si ritrova costretti a farne uso esclusivamente con uno schermo a parte, una TV, vista la sua unica combinazione di comunicazione Dock e connessione HDMI.

Questo se naturalmente vogliamo sfruttarla al massimo: certi giochi non supportano nemmeno la modalità portatile. In piccoli ambienti, questo risulta essere non poco scomodo. Non esiste un alternativa?  

I mezzi ci sono, dipende da quanto si vuol pagare

Cominciamo con una premessa: non è veramente possibile connettere il Nintendo Switch direttamente al proprio computer. Se ci provate, questo andrà in ricarica oppure verrà visualizzato come un dispositivo HID (come un cellulare) nelle proprietà del computer.

Questo però non si può aprire in alcun modo, a meno che non abbiamo modificato in maniera estensiva la console. Ed anche se così fosse, ciò non ci da la possibilità di usare il nostro PC come tramite per la console stessa.

Per fare ciò, dobbiamo simulare un ambiente nel quale il nostro PC è capace di accettare un input HDMI. Di solito, sia portatili che fissi, questo è solamente output. Perciò in generale un PC può solamente riprodurre il video in uscita e non in entrata. Per questo, ci serve un prodotto capace di fare acquisizione video. Perciò, qualcosa capace di fornire un sistema di input video al nostro PC.

Questo può venire sotto forma di schede d’acquisizione o anche box esterni che possono essere usati, normalmente, per registrare video attraverso un prodotto esterno. Fatto ciò, tutto quello che dobbiamo capire è dove posizionare comodamente il Dock.

Quello è l’unico dispositivo che raccoglie il Nintendo Switch e ne offre un output video, che connetteremo poi direttamente alla scheda d’acquisizione o Box per poter trasformare il monitor del nostro PC in schermo per la nostra console.

Questo è valido sia per Notebook che per PC fissi, l’importante è sempre procurarsi quell’unico mezzo di tramite. Adesso, tutto quello che ci rimane da fare è trovare un programma che può leggere quel che sta succedendo attraverso la scheda d’acquisizione. Uno dei programmi più adatti per farlo in via gratuita è OBS Studio (https://obsproject.com/). Aperto questo programma, basterà selezionare la scheda d’acquisizione per vedere lo schermo del Switch direttamente su PC.  

Non ho un entrata HDMI, posso usare la VGA o il DVI?

Con i giusti convertitori, sì, ma non aspettatevi una risoluzione adeguata e il suono. Si da il caso infatti che l’HDMI trasporta non solo il segnale video, ma anche quello sonoro. Riducendolo a VGA o DVI, sarete costretti a riprodurre l’audio in un altro modo. Potete fare ciò con delle cuffie o delle casse a parte, visto che il Nintendo Switch permette l’uso della porta 3,5mm come uscita sonora.

Questo è l’unico modo per congiungere i due sistemi insieme, premesso che magari avete una scheda d’acquisizione che non ha a disposizione una porta HDMI come input al suo interno. Ricordatevi pure che il ritardo video dovuto alla conversione è molto importante. Se la scheda d’acquisizione è molto economica o con aspetti piuttosto contenuti, il segnale video avrà un forte ritardo (definito come Lag).

Perciò puntate a qualcosa di almeno intermedio, con un processore proprio, o dedicato ad aspetti più evidenti del Gaming (dove il ritardo deve essere sempre minimo). Evitate infine di comprare Dock “semplificati” con filo ed uscita HDMI, senza inserto: a meno che non sono d’una qualche marca affidabile, hanno in tutto e per tutto il rischio di bruciare la vostra console!

Scrivo su eSports, scommesse e videogiochi da circa 10 anni. La mia passione è nata ai tempi delle prime console e del modo in cui, queste, hanno rapidamente cambiato il mondo. Mi occupo di scrivere articoli riguardanti i nuovi giochi, le migliori periferiche per ottenere una superba esperienza di gioco e tutto quello che mi passa per la testa. Sono anche un appassionato di fumetti e dei vecchi giochi arcade, dei quali ho una grossa collezione.